Avviso CNCE del 12 luglio 2017 su Ape sociale

La CNCE  con tempestivo  avviso del 12.7.2017 presente sul proprio  sito istituzionale ( www.cnce.it )  pone in essere quanto di propria  competenza  a valle del messaggio INPS n° 2884 dell’11 u.s.  . In particolare con detto messaggio inerente  precisazioni in tema di Ape sociale l’Istituto di Via Ciro il Grande  ha precisato che per  gli operai edili, in considerazione delle segnalate difficoltà di reperire il datore di lavoro per la sottoscrizione della relativa attestazione (modello AP116), il richiedente potrà farsi rilasciare idonea dichiarazione, sottoscritta dal responsabile della Cassa edile, con la quale si attestano i periodi durante i quali egli è stato iscritto alla Cassa. La dichiarazione dovrà essere allegata alla domanda telematica e il richiedente dovrà dichiarare nelle note che non ha potuto reperire il datore di lavoro .  

La CNCE nell’avviso ricorda che può conseguire l'ape sociale il lavoratore dipendente in possesso di un'anzianità contributiva di almeno 36 anni che, alla data della domanda, svolge da almeno sei anni in via continuativa una delle attività previste nell'Allegato A  del DPCM n. 88 del 23 maggio 2017; in tale fattispecie rientra anche l'attività di operaio edile. Il lavoratore richiedente l'ape sociale deve presentare anche una dichiarazione del o dei datori di lavoro attestante i periodi di lavoro prestato alle sue/loro dipendenze ed ulteriori informazioni (contratto collettivo applicato, mansioni, livello di inquadramento, voci di tariffa INAIL). I lavoratori che maturano le condizioni per l'accesso all'ape sociale entro il 31 dicembre 2017, presentano  domanda entro il 15 luglio 2017.

La CNCE quindi , vista la necessità di trovare una soluzione operativa in tempi rapidi, ha predisposto un modello di attestazione ,allegato, che a richiesta  rilascerà la Cassa Edile/Edilcassa di competenza . Nel compilare l’ attestazione la Cassa Edile/Edilcassa indicherà, oltre ai dati anagrafici dell'operaio, i periodi di iscrizione dello stesso presso il proprio ente nei sette anni antecedenti l'ultimo mese di iscrizione del lavoratore. La Cassa Edile/Edilcassa potrà indicare i periodi di iscrizione presso altra Cassa Edile/Edilcassa del sistema nazionale, sulla scorta  delle ore denunciate ai fini Ape alla Banca Dati Nazionale presso la CNCE.

Alla cassa per i contributi dei domestici e badanti

Entro il 10 luglio  devono essere versati all’INPS i contributi dovuti in favore degli addetti ai servizi domestici e familiari per il secondo trimestre 2017.

Si ricorda a riguardo  che in relazione alla Circolare 13 del 2017 l’INPS  ha comunicato l’invarianza degli importi orari  dei contributi dovuti per colf e badanti   in vigore a decorrere dal 1° gennaio 2017.

La Circolare anzidetta infatti ha  precisato  che  :

1.    Per il 2017 sono confermate ai livelli del 2016 le fasce di retribuzione per calcolare i contributi dovuti  per i lavoratori domestici;

 
2.    per i rapporti di lavoro a tempo determinato , esclusi  quelli in sostituzione , vi è comunque , come previsto per legge ,   il  contributo  addizionale,  a  carico del  datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali.
I contributi possono essere pagati  con una delle seguenti modalità :
a) rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito "Reti Amiche"

- le tabaccherie che aderiscono al circuito Reti Amiche ed espongono il logo "Servizi Inps";

- gli sportelli bancari di Unicredit S.p.a.;
- tramite il sito internet Unicredit S.p.a. per i clienti titolari del servizio Banca online;

- tutti gli sportelli di Poste Italiane, con le modalità previste per il circuito Reti Amiche;

b) on line sul sito internet www.inps.it, utilizzando la carta di credito per perfezionare il pagamento;

c) telefonando al contact center numero verde gratuito 803.164 (da rete fissa) o al numero 06164164 (da rete mobile) a pagamento, utilizzando la carta di credito;

d) utilizzando il bollettino MAV – Pagamento inviato dall'INPS o generato attraverso il sito dell’Istituto accedendo al portale dei pagamenti .

Si ricorda che con il versamento è dovuta anche la quota relativo al trimestre di riferimento   per l’iscrizione del collaboratore alla Cassa della bilateralità di settore prescelta.

Nuove Causali contributo istituite dall’Agenzia dell’Entrate dal 3 luglio

L’Agenzia delle Entrate con  recenti risoluzioni del 3 luglio u.s. ( le nn°80,  82, 83, 85 )  fornisce indicazioni per l’istituzione di nuovi codici per la  riscossione dei contributi versati per il  finanziamento di enti  bilaterali .  

Facendo seguito alle richieste dell’INPS  l’Agenzia istituisce  i seguenti codici :

-    ASI1 -  per il Fondo Assistenza Sanitaria Integrativa per i lavoratori di Cooperative    ASICOOP;
-    EBG1-  per l’Ente Bilaterale Generale E.BI.GEN. UGL/CONFIMEA;  
-    ENB1 - per l ’Ente Nazionale Bilaterale per l’Ambiente e per la Sicurezza ENBAS;
-    EBIC - per l’Ente Bilaterale per il Commercio i Servizi ed il Turismo EBICOST.
 

In sede di redazione  della delega di pagamento F24, la anzidette causali   sono esposte  da datori o loro intermediari  nella sezione INPS, nel campo “causale contributo”, in corrispondenza, esclusivamente, della colonna “importi a debito versati”, indicando:  - nel campo “codice sede”, il codice della sede INPS competente;  -   nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda”, la matricola INPS dell’azienda;

- nel campo “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa”, il mese e l’anno di riscossione del contributo, nel formato “MM/AAAA”. La colonna “a mm/aaaa” non deve essere valorizzata.  

-   nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda”, la matricola INPS dell’azienda; - nel campo “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa”, il mese e l’anno di riscossione del contributo, nel formato “MM/AAAA”. La colonna “a mm/aaaa” non deve essere valorizzata.  

EBIC” denominata “Ente Bilaterale per il Commercio i Servizi ed il Turismo EBICOST”.

Istituite le causali per il nuovo lavoro accessorio

L’INPS il 16 giugno ha  chiesto all’Agenzia dell’Entrate l’istituzione delle causali contributo per il versamento delle somme dovute per prestazioni di lavoro occasionale recentemente innovate dal legislatore con il decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito in legge n. 96/2017 ,  da  utilizzare nelle deleghe F24 versamenti con elementi identificativi ( c.d F24 ELIDE) e in quelle enti pubblici” (c.d. F24 EP).

Come noto in luogo dei buoni o voucher di lavoro accessorio il legislatore ha introdotto con la legge citata  nuove modalità con forti limitazioni e diversi perimetri  per l’utilizzo di prestazioni occasionali per le famiglie e delle imprese.

Pertanto l’Agenzia con la risoluzione 81/e del 3 luglio  ha istituito le seguenti causali contributo:

LIFA” denominata “Finanziamento del Libretto Famiglia per l’accesso a prestazioni di lavoro occasionale – art. 54-bis D.L. n. 50/2017”;

CLOC” denominata “Finanziamento del contratto di lavoro occasionale – art. 54-bis D.L. n. 50/2017”-
Nella redazione della delega F24 ELIDE, sono indicati:
1)    nella sezione “CONTRIBUENTE”, il codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto che effettua il versamento;
2)     nella sezione “ERARIO ED ALTRO”:
•    nel campo “tipo”, la lettera “I” (INPS);
•    nel campo “elementi identificativi”, nessun valore;
•    nel campo “codice”, la causale contributo LIFA o CLOC;
•    nel campo “anno di riferimento”, l’anno in cui si effettua il pagamento, nel formato “AAAA”.
 La causale “CLOC” è inserita anche  nella delega “F24 Enti pubblici”, in corrispondenza delle somme esposte nella colonna “importi a debito versati”, indicando:
1.    nella sezione “CONTRIBUENTE”, il codice fiscale e i dati anagrafici dell’ente che effettua il versamento;
2.    nella sezione “DETTAGLIO VERSAMENTO”:
•    nel campo “sezione”, la lettera “I” (INPS);
•    nel campo “codice tributo/causale”, la causale contributo CLOC;
•    nel campo “codice”, nessun valore; o nel campo “estremi identificativi”, nessun valore;
•    nel campo “riferimento A”, il mese in cui si effettua il pagamento, nel formato “00MM”;
•    nel campo “riferimento B”, l’anno in cui si effettua il pagamento, nel formato “AAAA”.
Carryhealthy.comPharmshop.bizPharmausabuyonline.comIvantagehealth.netBestpillelement.winPharmapillsdiscount.comLifestore24x7.comPharmashopbiz.com
buy generic levitra online
viagra buy online ireland
prednisone online paypal
viagra cialis order online
levitra with dapoxetine online
female viagra tablets online shopping in india
non prescription prednisone online
generic cialis viagra levitra onlinelevitra with dapoxetine onlinefemale viagra tablets online shopping in indianon prescription prednisone onlinegeneric cialis viagra levitra online

Per fornirti il miglior servizio possibile il nostro sito impiega Cookie tecnici ed analitici. Proseguendo nella navigazione oltre il seguente banner, anche rimanendo in questa pagina, viene espresso il consenso al loro impiego. Per avere ulteriori informazioni a riguardo e per disabilitare l'utilizzo dei Cookie da parte del nostro sito è possibile prendere visione della nostra Cookie Policy Cookie Policy