Rinnovo del CCNL Vetro : le novità

Con il rinnovo del CCNL del Vetro  i lavoratori potranno  cedere gratuitamente, in linea con il Jobs ACT,  dei giorni di riposo e di ferie per i  colleghi dipendenti dalla stessa unità produttiva, impegnati nell'assistenza di figli minori per motivi di salute, dando priorità ai riposi accantonati nel conto ore e maturati negli anni precedenti quello della richiesta.
 
Questa ed altre novità dal rinnovo del CCNL che decorre dal 1.9.2016  fino al 31.12.2019.
 
Sono stati previsti incrementi dei minimi  che con decorrenza dal 1.9. 2017, 1.9. 2018 e 1.9 2019 sono stati cadenzati in base ai distinti settori.
I nuovi minimi tabellari riguardano:
a) Settori meccanizzati (prime lavorazioni);
b) Settori della trasformazione (seconde lavorazioni);
c) Settori a soffio a mano e con macchine semiautomatiche (settori non meccanizzati);
d) Settori lampade e display.
 
Viene anche rideterminato il periodo di prova in base ai settori di riferimento con un periodo minimo di due mesi per i livelli iniziali.
E’ stato anche modificato il termine del preavviso per le qualifiche operaie.
    
Inoltre dal prossimo primo gennaio  2018 i lavoratori che vogliano  frequentare corsi di formazione, i cui programmi saranno stabiliti a livello aziendale, possono utilizzare 1,5 giornate di riposo spettanti per le ex festività e rol. Mentre i turnisti a ciclo continuo possono frequentare corsi di formazione per 1,5 giornate aggiuntive rispetto all'orario di lavoro, senza alcun trattamento retributivo aggiuntivo. Le imprese concorreranno con ulteriori 1,5 giornate alla realizzazione dei corsi, che potranno essere definiti su base pluriennale.
 
Con lo scopo  di fare aderire maggiormente i lavoratori alla assistenza sanitaria integrativa  viene stabilito che, a decorrere dall’1/1/2019, la contribuzione al sistema che ammonta ad euro 16,00 su base mensile (per 12 mensilità), attualmente suddivisa pariteticamente , sia invece ripartita in euro 3,00 a carico del lavoratore ed euro 13,00 a carico dei datori .
 
Ai fini del calcolo utile alla determinazione del periodo di conservazione del posto di lavoro, per gli eventi morbosi oncologici nonché a patologie cronico - degenerative, il limite attuale  massimo di 120 giorni di sospensione del decorso del periodo di comporto è elevato a giorni 360.

Spostata all’8 agosto l’istanza di esonero dell’assunzione disabili

La scadenza fissata pert  il 31 luglio per l’istanza è stata spostata  all’ultimo minuto dal Ministero all’8 di agosto p.v. per effetto delle modalità operative comunicate di recente agli operatori .
Quuindi entro  l’8 /8/2016   le aziende che desiderano fruire dell'esonero dall'obbligo di assunzione di lavoratori disabili, devono presentare l'istanza telematica al Ministero del lavoro.
Il termine del 31 luglio è stato di recente  prorogato.
Infatti , come noto,  il  Ministero del Lavoro  con nota protocollo n°3879 del 1.7.2016  aveva  diffferito al 31 luglio 2016 – ora ulteriormente differito- il termine per presentare l’autocertificazione dell’esonero dall’obbligo di assunzione dei disabili da parte dei datori di lavoro che occupano dipendenti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio INAIL pari o superiore al 60‰.
Ciò , secondo il Ministero , si è reso necessario per le  novità introdotte dal D. Lgs. 14 settembre 2015, n. 151, art. 5 comma 1 lett. b) in materia di esonero autocertificato dagli obblighi di assunzione di cui alla Legge 68/1999 per i datori di lavoro che occupano , come detto ,   operatori  impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio ai fini INAIL pari o superiore al 60 per mille, e, soprattutto ,  in considerazione delle segnalazioni ricevute dalle aziende che hanno utilizzato la procedura telematica per la trasmissione delle autocertificazioni.
Per  quanto sopra al fine di intervenire su alcune logiche di verifica e calcolo applicate dalla procedura telematica si  è resa  necessaria la proroga  al 31 luglio 2016 .
Le aziende effettuano  il primo versamento del contributo esonerativo nei 5 giorni lavorativi precedenti l'autocertificazione a copertura del periodo dalla data di presentazione dell'autocertificazione al termine del trimestre.
Gli estremi del pagamento devono essere dichiarati nel modello da trasmettere.

Il 31 luglio prossimo scade il termine per l’istanza di esonero dell’assunzione disabili .

Si ricorda che il 31 luglio  p.v.  le aziende che desiderano fruire dell'esonero dall'obbligo di assunzione di lavoratori disabili, devono presentare l'istanza telematica al Ministero del lavoro.
Il termine del 31 luglio è stato di recente  prorogato.
Infatti , come noto,  il  Ministero del Lavoro  con nota protocollo n°3879 del 1.7.2016  ha diffferito al 31 luglio 2016 il termine per presentare l’autocertificazione dell’esonero dall’obbligo di assunzione dei disabili da parte dei datori di lavoro che occupano dipendenti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio INAIL pari o superiore al 60‰.
Ciò , secondo il Ministero , si è reso necessario per le  novità introdotte dal D. Lgs. 14 settembre 2015, n. 151, art. 5 comma 1 lett. b) in materia di esonero autocertificato dagli obblighi di assunzione di cui alla Legge 68/1999 per i datori di lavoro che occupano , come detto ,   operatori  impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio ai fini INAIL pari o superiore al 60 per mille, e, soprattutto ,  in considerazione delle segnalazioni ricevute dalle aziende che hanno utilizzato la procedura telematica per la trasmissione delle autocertificazioni.
Per  quanto sopra al fine di intervenire su alcune logiche di verifica e calcolo applicate dalla procedura telematica si  è resa  necessaria la proroga  al 31 luglio 2016 .
Le aziende effettuano  il primo versamento del contributo esonerativo nei 5 giorni lavorativi precedenti l'autocertificazione a copertura del periodo dalla data di presentazione dell'autocertificazione al termine del trimestre.
Gli estremi del pagamento devono essere dichiarati nel modello da trasmettere.

Aggiornamento procedura acquisizione per via telematica delle domande di maternità di congedo post partum nei casi di parto prematuro - circolare Inps n.69 del 28/04/2016

Con il messaggio 3131 del 20.7.2016 l'INPS accende il semaforo verde per l'invio telematico delle domande di congedo di maternità per lavoratrici e lavoratori dipendenti e iscritti alla gestione separata nei periodi post partum in caso di parto prematuro.
Con il messaggio di che trattasi, infatti ,  l’Istituto informa  sull’innovazione ed adeguamento  delle applicazioni a valle della modifiche apportate dal  Jobs Act.
Gli aggiornamenti danno esecuzione , quindi , a quanto previsto dal decreto legislativo n. 80 del 15 giugno 2015, articoli 2, 3 e 4 – indicati anche con la circolare Inps n. 69 del 28/04/2016 inerente la modifica degli artt. 16 e 26 D.lgs. n. 151 del 2001 (T.U.delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità).
In particolare l’argomento inerisce  il  congedo di maternità in caso di parto prematuro e sospensione del congedo in caso  ricovero del bambino, la modifica dell’art. 24 T.U. in materia di conservazione del diritto all’indennità di maternità, la modalità di pagamento, regime fiscale e istruzioni contabili.
L’aggiornamento  riguarda  i casi di parti  fortemente prematuri da intendersi quelli che si verificano prima dei 2 mesi antecedenti la data presunta del parto, cioè prima dell’inizio del congedo ordinario secondo la lett. a dell’art. 16 del T.U sulla maternità ..
Come noto il citato  Decreto legislativo n. 80  ha previsto che, nella fattispecie di parto fortemente prematuro, che si verifica prima dei 2 mesi antecedenti alla data presunta del parto e ed in data antecedente il periodo di congedo obbligatorio per maternità, il congedo si calcola aggiungendo ai 3 mesi post partum tutti i giorni compresi tra la data del parto fortemente prematuro e la data presunta del parto : verificandosi ciò la durata complessiva del congedo risulta evidentemente  maggiore rispetto al periodo di 5 mesi ordinariamente previsto.

Per fornirti il miglior servizio possibile il nostro sito impiega Cookie tecnici ed analitici. Proseguendo nella navigazione oltre il seguente banner, anche rimanendo in questa pagina, viene espresso il consenso al loro impiego. Per avere ulteriori informazioni a riguardo e per disabilitare l'utilizzo dei Cookie da parte del nostro sito è possibile prendere visione della nostra Cookie Policy Cookie Policy