Вулкан
Accordo rinnovo dirigenti autotrasporto
займ онлайн на карту

Accordo rinnovo dirigenti autotrasporto

Con l'accordo di rinnovo  del 10 novembre 2016 Confetra e Manageritalia hanno rinnovato il CCNL per i dirigenti delle aziende di autotrasporto e spedizione.
In breve alcune novità.
Ai dirigenti in  forza al 10 novembre 2016 verranno corrisposti  per la vacatio contrattuale due importi una tantum.
a) 1.700,00 euro per  il periodo gennaio /dicembre 2015 da corrispondersi a marzo 2017
b) 1.800 ,00 euro per il periodo analogo del 2016 da corrispondersi a marzo 2018.
Per coloro siano assunti  o nominati nel corso corso dei due anni la quota sarà liquidata pro rata.
Le somme suddette non sono assorbibili da alcuna voce retributiva e non sono utili  agli effetti del computo del TFR né di alcun istituto contrattuale ad eccezione del preavviso o dell'indennità sostitutiva.
La retribuzione mensile di fatto non può essere inferiore a € 3.800,00 dal 1º gennaio 2017.
Dall'anno 2017 l'ulteriore quota aggiuntiva della retribuzione mensile (1/22) spettante in occasione del  4 novembre  ( anniversario della Vittoria ) e spostata alla successiva domenica non sarà più dovuta.
In caso di trasferimento l’azienda corrisponderà per una durata da convenirsi e comunque non inferiore a 18 mesi  l’eventuale differenza di canone esistente all’atto dell’insediamento in alloggio dello stesso tipo di quello occupato nella sede di provenienza. Nel caso in cui il dirigente, nella precedente sede di lavoro, fosse stato residente in un’abitazione di proprietà personale o familiare, sarà dovuto, per una durata da convenirsi e comunque non inferiore a 18 mesi, un importo corrispondente al 50% del canone di locazione,  fatte salve condizioni di miglior favore.
Dal prossimo anno  in caso di malattia al dirigente non in prova spetta la conservazione del posto per 8 mesi in un anno solare o di 14 mesi nel caso di patologia grave e continuativa che comporti terapie salvavita e la corresponsione dell'intera retribuzione per gli stessi periodi.
In caso di infortunio per causa di servizio i termini del comma precedente sono elevati a 30 mesi.
I periodi di preavviso in caso di licenziamento dal 2017  sono così normati :
Anni di servizio :
fino al 4º anno                 sei mesi
dal 4º anno  al 10ºanno   otto mesi
dal 10ºanno  al 15ºanno  dieci mesi
oltre il 15ºanno                dodici  mesi
Con riferimento all'intero periodo cui si riferisce l'indennità di preavviso, maturano il t.f.r., le ferie e i ratei delle mensilità supplementari.
Per i dirigenti assunti o nominati a far data dalla sottoscrizione dell'accordo 10 novembre 2016,
le aziende possono optare per forme di contribuzione ridotta o in base alla situazione
anagrafica del dirigente  oppure in base alla sua retribuzione.
Tale disciplina innova  quanto già stabilito dal CCNL per i c.d.  "dirigenti di prima nomina”.
Più in particolare :
Per  i dirigenti assunti o nominati a far data dalla sottoscrizione dell'accordo 10 novembre 2016 le imprese possono scegliere  per forme di contribuzione ridotta come di seguito :
A) Contribuzione ridotta in base all'età
Per i dirigenti assunti o nominati entro il compimento del 48° anno di età o disoccupati di età non inferiore a 55 anni compiuti, la contribuzione è pari a queste percentuali della retribuzione convenzionale annua:
- 3,97% dal 1° gennaio 2016;
- 4,05% dal 1° gennaio 2017;
- 4,13% dal 1° gennaio 2018;
B) Contribuzione ridotta in base alla retribuzione
Per i dirigenti full time con retribuzione non superiore a € 65.000,00 annui  la contribuzione a carico azienda è pari ad € 300 annui, per una durata massima di 3 anni dall'assunzione/nomina. Non è previsto contributo integrativo a carico azienda ne contributo a carico dirigente. Il dirigente può tuttavia conferire il t.f.r. al Fondo Mario Negri. La contribuzione ridotta può essere usufruita una sola volta nel corso del rapporto di lavoro.
Nel caso in cui nel corso del triennio si verifichi il superamento del tetto retributivo l'azienda potrà applicare al dirigente, ricorrendone le condizioni anagrafiche, la contribuzione ridotta  indicata  in sopra .Per questi dirigenti, anche se iscritti, gli obblighi contributivi verso il Fondo Antonio Pastore sono sospesi